Digital Marketing

Email Marketing

Quando parliamo di email e di email marketing, il primo pensiero che ci viene in mente è che si tratti di un qualcosa di obsoleto e ormai superato; e non siamo stati gli unici a pensare questa cosa.

Pensate che nel 2009, il Wall Street Journal pubblicò un articolo nel quale, riferendosi alle email, le definiva ormai morte. Per ironia della sorte, quello fu l’articolo che più fu inviato durante la giornata tramite l’email stessa.

Oggi, quindi, vi spiegherò cos’è l’email marketing e come poterla sfruttare al meglio per aumentare il contatto tra noi e la nostra utenza.

Email-marketing

Cos’è l’email marketing?

Per prima cosa, dobbiamo quindi capire cosa si intende con email marketing e che vantaggi potremmo trarne per la nostra attività.

Con email marketing si intende una forma di marketing diretto attraverso il quale vengono unite diverse strategie per aumentare la relazione tra il nostro brand e il pubblico di utenti. E’ quindi la perfetta unione delle altre attività di marketing digitale principalmente per due motivi:

  • Favorisce il coinvolgimento e la fedeltà del cliente senza avere una spesa eccessiva da sostenere.
  • Funziona molto bene anche sui dispositivi mobili.

L’obiettivo dell’email marketing, è quindi quello di creare una relazione a lungo termine con i contatti già acquisiti, quindi di quelli che possiamo considerare gli “utenti giusti“, che sono interessati a ciò che noi offriamo.

A differenza del marketing tradizionale, infatti, nel digital marketing sono le persone, gli utenti che “vengono a cercarti”: se hanno un problema o cercano risposta ad una domanda, faranno una ricerca sul web e cliccheranno il sito web o il contenuto che secondo loro meglio risponde alle loro esigenze. Il nostro obiettivo, quindi, è quello di farci trovare pronti nel rispondere al meglio a queste necessità.

Una volta che un utente ha trovato interessante il nostro sito, i nostri contenuti e inizierà a seguirci, diventerà uno di quei contatti stabili a cui poter applicare la nostra strategia di l’email marketing.

Al contrario del social media marketing o del search marketing, infatti, l’email marketing non ha lo scopo di attirare nuovi utenti sul tuo sito o sulla tua pagina, ma di mantenere fedeli coloro che ti hanno già trovato interessante e che già ti conoscono.

Come ottenere i contatti email delle persone che sono interessate a noi?

Questa è la prima questione che dobbiamo porci: partiamo dal presupposto che sappiamo che ci sono delle persone interessate a ciò che offriamo o ai nostri contenuti, ma non abbiamo il loro contatto email.
Come poter fare per ottenerlo?

  • Il primo passo è quello di chiederlo direttamente: solitamente se un utente ti segue con assiduità, grazie soprattutto alle chat dei social media, tenderà a scriverti, a rivolgersi direttamente a te per farti i complimenti o per chiederti delle informazioni aggiuntive. In quel caso, potrai tranquillamente chiedergli se è interessato a ricevere sempre nuovi aggiornamenti o contenuti extra attraverso il canale email.
  • Inserire un modulo apposito sul sito web: invitiamo, quindi, gli utenti ad iscriversi per avere maggiori informazioni, news o contenuti extra
  • Offrire un “contenuto speciale” in cambio della propria email: è un metodo sempre più utilizzato attraverso il quale si ottiene un contatto email di una persona potenzialmente interessata, offrendogli in cambio un contenuto unico creato da te, che non potrebbe ricevere altrimenti.

Tieni però sempre a mente che le persone devono autorizzarti ad inviare loro email (commerciali o non) e che in molti paesi esistono leggi che richiedono un consenso esplicito.

Come gestire i dati e le email raccolte?

Siamo riusciti ad ottenere un discreto numero di contatti, ma come possiamo fare per gestirli?

Non è possibile, infatti, utilizzare gli strumenti con cui solitamente inviamo e riceviamo email, perché l’invio a tanti utenti potrebbe essere registrato come spam, ovvero l’esatto opposto di ciò che stiamo cercando di ottenere.

Esistono però diversi tipi di strumenti software di email marketing che possono aiutarci in questa operazione.
Solitamente questi strumenti offrono:

  • Database di contatti: serve per archiviare le informazioni relative ai tuoi utenti e include, come minimo, un indirizzo email per ciascun contatto. Quasi tutti questi servizi software ti consentono di inserire anche informazioni aggiuntive, come ad esempio il nome, gli interessi ecc…
  • Possibilità di iscriversi e disiscriversi: questo è un aspetto fondamentale che offrono tutti i servizi di email marketing, attraverso un modulo che può essere aggiunto al tuo sito web copiando e incollando un piccolo codice. I visitatori del tuo sito web potranno quindi, compilare questo modulo per registrarsi alle tue email. I dati verranno poi trasferiti automaticamente al tuo database di contatti, in aggiunta a quelli da te già inseriti. Tieni presente che questi moduli sono, di solito, personalizzabili: potrai, quindi, chiedere ai utenti le specifiche informazioni che desideri. Ricorda, però, che il modulo di registrazione online deve essere anche breve e facile da compilare: non chiedendo troppe informazioni, avrai la possibilità di allungare il tuo elenco di iscritti.
  • Creare elenchi per classificare i contatti: altro elemento importante per riuscire ad offrire ai giusti utenti i giusti contenuti. Facciamo sempre l’esempio del nostro blog: mettiamo caso che un utente nel modulo di registrazione abbia indicato che ci segue per gli articoli sulla crescita personale, non vorrà ricevere email su contenuti incentrati sul digital marketing o sull’economia; classificando i nostri contatti in base ai loro interessi potremmo avere una maggiore fidelizzazione, inviando loro solo ciò a cui sono interessati

Uno servizio molto valido per email marketing che ti consiglio è Mailerlite, strumento completamente gratuito che, oltre a fare tutto ciò di cui abbiamo parlato, ti offre anche la possibilità di farti creare una pagina web, se sei alle prime armi o non hai ancora ben chiaro se creare o meno un sito web.

Come creare una relazione con i nostri utenti attraverso i contenuti delle email?

Prima abbiamo detto che lo scopo dell’email marketing è quello di creare una relazione stabile e a lungo termine con i nostri utenti. Ma come poter raggiungere questo obiettivo? Come trovare idee per spingere il nostro utente a rimanerci “fedele”?

  • Prevedere le sue esigenze: le persone amano trovare soluzioni a problemi che non sapevano di avere, quindi cerca di prevedere quali potrebbero essere i temi o gli argomenti che potrebbero interessare i tuoi utenti, magari collegati a qualcosa che hai già trattato in passato e che ha avuto molto successo
  • Offrire contenuti extra/consulenze a coloro che sono iscritti: puoi decidere di offrire ai tuoi “fan più fedeli” qualcosa di inedito, che sia una consulenza diretta con te su un dato argomento o un articolo/video in cui parli di un certo argomento che non hai trattato sul tuo sito o che vuoi approfondire; questo spingerà le persone a continuare a seguirti con maggior passione
  • Offrire uno sconto: un’altra strategia vincente potrebbe essere quella di offrire uno sconto sul prodotto che offri, come ad esempio un ebook o un video corso; questo spingerà le persone che trovano i tuoi contenuti interessanti a seguirti più assiduamente. Mi raccomando, però, cerca di mixare questo genere di contenuto con altri informativi, altrimenti rischierai di ottenere l’effetto opposto.

Ricorda inoltre di non sommergere i tuoi clienti con troppi contenuti in un’unica email o con troppe email una dopo l’altra. Alle persone non piace lo spam o ricevere continuamente email troppo simili tra loro. Stabilisci una piano strategico, con i contenuti e la cadenza in cui inviare le email.

Come creare delle “buone” email personalizzate?

Come ti ho detto più volte, alle persone piace essere considerate speciali, uniche non solo dei numeri. E’ quindi importante cercare di instaurare un rapporto con i nostri utenti.
Ma come farlo?

  • “Umanizzare” le nostre email: cerca di inviare email da un account di una persona reale non da un generico marketing@nome.it o newsletter@nome.it. Personalizza le email aggiungendo un nome di contatto, in modo che i tuoi utenti sappiano che dietro al tuo sito, alla tua attività c’è una persona in carne ed ossa come loro.
  • Utilizzare un oggetto interessante: insieme al nome, la seconda cosa che verrà letta dai tuoi utenti è l’oggetto, prima ancora di visualizzare il contenuto. Cerca quindi di trovare un titolo che catturi l’attenzione ma allo stesso tempo pertinente al contenuto che invii. Ricorda che i titoli clickbait non sono amati dagli utenti e rischieresti di perdere persone che si sono dimostrate interessate a te. Inoltre, evita termini come “gratis”, “sconto”, “promemoria” e “offerte speciali”, oltre a simboli come euro (€) e punti esclamativi, perché spesso attivano i filtri anti-spam.
  • Assicurati che l’email sia visualizzabile da smartphone: come ti ho spiegato quando abbiamo parlato dell’Usabilità dei siti web, le persone utilizzano sempre più i propri dispositivi per navigare online e per visualizzare email; di conseguenza devi fare in modo che anche la tua email sia ottimizzata per i dispositivi mobili.

Questa era quindi la mia guida e i miei consigli sull’email marketing e su quali siano le strategie vincenti per una buona campagna. Ricorda non sottovalutare questo strumento ma utilizzalo nel modo corretto: potrai ricevere numerosi benefici per la tua attività.

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento e continua a seguire il blog e le pagine Instagram e Facebook del “Diario di un Futuro Ricco” per non perderti nuovi articoli e diventare anche tu un #futuroricco

Laureata in Mediazione Linguistica e Culturale, da sempre avida lettrice e dedita allo studio. Da quando ha scoperto la passione per il Digital Marketing, non passa un giorno senza leggere e studiare questo argomento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: