Il Diario Di Un Futuro Ricco,  Digital Marketing

Schema di Ponzi e Network Marketing

Questo è un articolo che ho particolarmente a cuore, perché da quando mi sono approcciato al mondo dei business online mi hanno tartassato da delle forme di guadagno che non sono altro che dei schema di ponzi mascherati.
Ma partiamo spiegando cosa è lo schema di Ponzi, come riconoscerlo ed evitarlo.

Cosa è lo Schema di Ponzi?

Lo schema di Ponzi è un metodo per generare dei ricavi, basato essenzialmente sul reclutamento di nuove persone partecipanti.

La spiegazione del modello è abbastanza semplice: si tratta di uno schema di vendita che permette di guadagnare inserendo altre persone. Tali persone poi, a loro volta, devono fare la stessa cosa: cercare nuove persone pronte a investire. E così via in una catena senza fine.

Lo schema di Ponzi genera dei guadagni a chi lo inventa e soprattutto ai primi investitori, ma per mantenersi in piedi ha necessariamente bisogno di nuove reclute. Se nessuno si inserisce più nella catena, allora i guadagni si fermano: questo perché l’attività di rendita del sistema è proprio il reclutamento di altre persone.

In Italia queste tecniche sono vietate dall’art. 5 della Legge 173/2005. Un’attività basata sullo schema di Ponzi quindi, in Italia è illegale.

Schema di Ponzi - Ideatore
Charles Ponzi ideatore dell’omonimo schema

Le caratteristiche dello Schema di Ponzi

Quando ti viene proposto un business del genere, non vengono da te a dirti “Entra nel mio business truffa, almeno ci guadagno qualcosa”.
Piuttosto cercheranno di invitarti ad entrare proponendo grandi guadagni ad un piccolo sforzo oppure invitandoti a far entrare altre persone a tua volta. Ma ci sono delle caratteristiche ricorrenti in tutti questi sistemi:

  • Grandi guadagni. La persona che vuole inserirti nello schema ci tiene a mostrarti assegni o ricevute Paypal di guadagni molto allettanti, per dimostrarti che quello che dice è vero. Di solito si tratta di assegni di quei pochi che ci hanno guadagnato davvero in passato oppure di documenti modificati online.
  • Lavoro da casa. Si mostrano immagini di persone al mare, di donne con i propri bambini che possono gestire il lavoro comodamente da casa, insomma si mostra la vita che tutti vorrebbero avere, per far capire che quel lavoro ti permette di gestire la tua vita e i tuoi orari esattamente come vorresti e ti regala tempo a disposizione.
  • Guadagni solo a condizione di far entrare altre persone. Se sospetti che ti stiano proponendo un lavoro in stile schema di Ponzi, sottolinea che non ti interessa cercare altre persone e chiedi quali potrebbero essere i tuoi guadagni se non inviti altra gente. Se la risposta è “zero” o comunque cercano di farti capire che devi continuare a cercare nuovi investitori per mantenere dei buoni ricavi, allora si tratta della solita truffa.
  • Entrate ingenti a fronte di un piccolo investimento. Di solito queste attività richiedono un investimento minimo, che va da 30 a 70 euro. La persona che te lo propone usa sempre questa frase: “Se ci perdi, hai perso solo 70 euro e nulla più, quindi perché non provare?”. Lo scopo quindi è quello di convincere una persona a investire quel denaro facendo leva sulla cifra accessibile.

Su questo punto ti conviene ricordare la legge più importante della finanza:
“Per avere un grande guadagno, ti devi prendere un grande rischio”
Per semplificartelo: No, un guadagno di 500 euro mensili per un investimento di 30 euro non è un grande rischio.

A questo punto avrai cominciato a notare delle similitudini con molti business di Network Marketing, ma non tutti sono delle truffe o riprendono lo schema di ponzi.

Differenze tra Network Marketing e Schema di Ponzi.

Il Network Marketing si basa sulla costruzione di una rete di clienti e la vendita di un prodotto. Spesso si sviluppano su più livelli di entrate, prendendo il nome di Multilevel Marketing, in base a quante persone riesci a portare dentro l’azienda ed alla vendita dei prodotti.
Un esempio molto famoso di sistema di Nerwork Marketing è Yves Rocher .
Vediamo ora quali sono le differenze tra questi due schemi

  • Rimborso. Nello schema di Ponzi non ci sono rimborsi della quota nel caso dovessi ripensarci. Nel Multilevel marketing invece puoi ottenere indietro quello che hai investito, senza penali.
  • Prodotti da vendere. Nello schema di Ponzi la rendita è generata esclusivamente dall’ingresso di nuove persone. Nel MLM il ricavo aumenta se entrano nuove persone, ma ci sono dei prodotti reali da vendere e assistiti da garanzia. In pratica quindi, tu puoi guadagnare anche senza far entrare altre persone.
  • Legalità. Lo schema di Ponzi è vietato, il MLM no.

Purtroppo ci sono delle attività che hanno trovato l’inganno.
Attività che alla fine dei conti si basano su uno schema di Ponzi, ma inseriscono dei prodotti da vendere, giusto per dimostrare che i guadagni non si hanno solo con l’ingresso di nuove persone, ma anche con le vendite dei prodotti, attività che di solito è estremamente marginale rispetto al reclutamento di nuovi investitori.

Detto questo, come ultima cosa ci tengo a precisare che quando si parla di Network Marketing, a meno che non abbiate un contratto con l’azienda, dovrete aprire la Partita IVA se superate un guadagno netto di 5000€ annui. (Ti invito a leggere il mio articolo sulla Partita IVA e i business online).
Se siete minorenni e vi hanno offerto di entrare in questo tipo di business sappiate che rischiate seriamente di finire nei casini, quindi vi consiglio di cercare altre fonti di guadagno ed investire piuttosto nella vostra formazione.

Schema di Ponzi e Network Marketing

In conclusione con questo articolo non voglio assolutamente dire che il Network Marketing sia un business non valido oppure una truffa, in primis perchè davvero ci sono persone che vivono solamente di questo ed inoltre non ho mai testato personalmente questa tipologia di guadagno quindi non posso dirvi con esattezza le sue potenzialità.

Spero di avervi schiarito un po’ le idee per quanto riguarda la questione e di avervi dato gli spunti giusti su cui riflettere prima di buttare i soldi nell’ennesimo business truffa.

Fammi sapere cosa ne pensi con un commento e continua a seguire il blog e le pagine Instagram e Facebook del “Diario di un Futuro Ricco” per non perderti nuovi articoli e diventare anche tu un #futuroricco.

Fondatore ed ideatore di questo blog. Aspirante life e business coach, appassionato di Scrittura, Economia e Finanza. Ha cominciato a scrivere prima ancora di imparare a parlare ed ama motivare gli altri a trovare la loro strada ed inseguire i loro sogni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: